“SETTECENTO ARQUATANO: STORIE, FATTI E MISFATTI”

di Gabriele Lalli – ottobre 2019.

Gli osti e le cantine di vino pecorino;
Il parroco di Colle e l’evasione delle tasse;
Il “Pubblico Teatro di Arquata”;
Il contrabbando di maiali tra Piedilama e Capodacqua;
Il “Dazio della Bocca”;
Pretare e il diritto di “legnare

E poi i protagonisti degli accadimenti che hanno caratterizzato il secolo in questione: 
Eupizi, Calvelli, Amadio, Bucciarelli, Girardi, Palaferri, Orsini, Brandi, Trenta, Leoni, Petrucci, Caponi, Masciarelli, Paolini, Chiarelli, Palombini, Quaglia, Cossetti, Perla, Fiori, Firmani, Moscati, Nobili
E ancora: 
Piermarini, Forcina, Pichini, Ambrosi, Marini, Pala, Paradisi, Cafini, Rendina, Fabriziani, Orelli, Paoli, Spinelli, Papi, Angelucci, Saladini, Camacci, D’Ortenzi, Onesi, Santolini, Lauri, Cucchi e molti, molti altri ancora…

Il volume si apre col terremoto di magnitudo 6.9 del 1703.
Impossibile non fare paragoni: anche in quell’occasione morti, feriti e danni importanti nei nostri paesi.

Ma il libro prosegue con la narrazione di una quotidianità diffusa, di un territorio pulsante di vita, di un popolo che si rialza più forte di prima: questo libro narra la storia delle famiglie di Arquata nel Settecento.

Perché Arquata è molto più di un colle sovrastato dalla rocca medievale: è un territorio e una comunità assai più vasta, ricca di paesi, storie, tradizioni le quali si riconoscono proprio in quel simbolo che ne definisce un’identità.
Un territorio caratterizzato da questo Vivere nel mezzo che è potuto crescere grazie ai continui scambi culturali, di esperienza di vita ed economici coi comuni vicini.
Zona di passaggio, zona di scambio, zona di confronti, ha permesso ai suoi abitanti di superare tutte le più grandi difficoltà del passato, sempre orgogliosi della loro Arquatanità.

Dopo La Torre Civica e Ottocento Arquatano, l’associazione porta a termine anche la stampa del terzo volume della collana #Raccontarquata.

 

COME ACQUISTARE IL LIBRO:

Direttamente presso uno dei seguenti punti vendita:

  • “Petrucci Enzo” Carni (Cittadella delle Attività Produttive – Pescara del Tronto);
  • Macelleria “Filotei Antonio” (Cittadella delle Attività Produttive – Pescara del Tronto);
  • “Blue Bar” (presso la stazione di rifornimento di Trisungo – Arquata del Tronto);
  • Rifugio “Monte Vector” (Forca di Presta – Arquata del Tronto);
  • Computer Center” (Corso Vittorio Emanuele 19, Ascoli Piceno);
  • Libreria “Rinascita” (Piazza Roma 7, Ascoli Piceno).

 

Oppure online tramite bonifico bancario seguendo le seguenti istruzioni:

  • Effettuare un bonifico di € 15,00 per ogni singolo libro (il costo comprende già le spese di spedizione) al seguente Iban:
    Banca: BPER
    IBAN: IT93I0538713501000035351498
    Intestatario: Associazione Arquata Potest
    Causale: Progetto Ricostruiamoci
  • Inviare una mail a info@arquatapotest.it specificando nome, cognome, indirizzo e numero di telefono del destinatario.
    Una volta ricevuto il bonifico, provvederemo a spedirvi il volume.