PROGETTO TEMPO AL TEMPO

Il futuro non esiste se non fonda nel passato: questa frase non è un adagio qualsiasi ma una razionale evidenza che si basa sul fatto che l’esperienza è un processo grazie al quale ci si preserva dal rinnovare gli stessi errori, si confermano e si rinforzano le strategie vincenti, si abbandonano le prassi obsolete, si evolvono gli strumenti che si sono rivelati più efficaci e si trasferisce il sapere alle nuove generazioni. Per questo tale processo non andrebbe interrotto.

Questi sono i presupposti e le basi dalle quali abbiamo elaborato l’esigenza di strutturare un intervento più complesso e duraturo a favore della popolazione nel suo insieme, allo lo scopo di:

  • Favorire il recupero e la conservazione del patrimonio tradizionale, del saper fare, degli usi e delle abitudini del territorio, della sua gente e dei suoi miti, attraverso il racconto diretto dei suoi protagonisti. Favorire inoltre la trasmissione di questo patrimonio a tutte le persone che in qualche modo si trovano a contatto con il territorio di Arquata del Tronto (turisti, residenti, proprietari di seconde case…)
  • Coinvolgere la popolazione nel processo di recupero, conservazione e trasferimento della memoria e del sapere tradizionale

Parallelamente, le azioni per tenere in vita un territorio debbono mirare a conservare gli aspetti storici e tradizionali, a fianco all’esigenza di rinnovo, soprattutto in un momento critico come quello che stiamo vivendo: siamo certi che le risorse paesaggistiche e culturali della nostra terra sono il potenziale dal cui ripartire e in linea con la nostra filosofia di sempre: vorremmo puntare sulla valorizzazione dei riti quotidiani, delle feste tradizionali e del sapere legato alla natura e alle usanze, dalla cucina, ai miti, alle leggende, agli strumenti quotidiani, ai personaggi, alle abitudini e allo stile di vita: questo patrimonio va sia tutelato che tramandato. Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un cambiamento di qualità nei contenuti del turismo a favore di una maggior consapevolezza e scelta di destinazioni che prediligano l’aspetto emotivo ed esperienziale rispetto a quello più superficialmente disimpegnato.

https://www.comitatosismacentroitalia.org/progetti/arquata-potest/