COLLE D’ARQUATA – EREMO DI SANT’AMICO

Il tracciato parte da Colle d’Arquata, nei pressi del Ponte “Ramazzotti” (dove è anche possibile parcheggiare il mezzo), il quale collega questa frazione con quella di Poggio d’Api (comune di Accumoli, RI).

Dal ponte, nei pressi del lato sinistro, seguire la stradina che scende tra le ultime case del paese e subito risale per raggiungere la Chiesa di Santa Maria della Rocca (detta anche “Chiesa della Madonna del Divino Amore” – 1108 m.), costruita sulla cima del sovrastante Monte Rocca.
Giunti nei pressi della Chiesa, seguire a sinistra dell’edificio il sentiero che si sviluppa tra spettacolari costoni di roccia entrando a mano a mano nella vallata del fosso Vargo, affluente del Chiarino.
Superato il torrente, proseguire per l’evidente sentiero fino a raggiungere la strada brecciata.
Procedendo lungo il sentiero fino al tratto in cui risulta evidente il tracciato che sale sulla sinistra, recuperato dai volontari nell’agosto 2019, si giunge infine all’altare dedicato alla Madonna del Chiarino, nei pressi del quale sono presenti una fonte e i resti dell’eremo di Sant’Amico di Avellana, che ivi dimorò tra il X e il XI secolo.

Si avvisano gli escursionisti della possibilità che alcuni tratti dei sentieri non risultino talvolta adeguatamente ripuliti (specialmente per via della ricrescita della vegetazione) e/o non adeguatamente segnati. “Arquata Potest” si scusa per eventuali disagi specificando in ogni caso che NON RISPONDE DI ALCUN TIPO DI RESPONSABILITA’, che rimane in via esclusiva in capo ai singoli escursionisti e frequentatori dei sentieri in questione.

Distanza: 3,9 km

Dislivello: 488 m

Quota minima: 1036 m

Quota massima: 1524 m

Sentiero n° 376

Segnaletica presente: NO

traccia GPS