SPELONGA – GRISCIANO

L’ingresso dal lato di Spelonga dell’itinerario proposto, recuperato da “Arquata Potest” nel febbraio 2019, inizia circa 1,5 km dopo la frazione stessa, in direzione Colle d’Arquata, nei pressi di alcune stalle provvisorie. Da lì parte il sentiero che per i primi cento metri circa è in comune con quello che conduce a Pescara del Tronto, dal quale successivamente si differenzia seguendo la strada principale (mentre quello per Pescara volta a destra).
Dal bivio in questione è possibile ammirare le vette più alte del Comune di Arquata, nonché tra le maggiori di tutto l’Appennino: il Monte Vettore in direzione nord (2478 m) e il Pizzo di Sevo a sud (2419 m). Da qui il tracciato prosegue entrando nel bosco e scendendo via via fino ad arrivare a Grisciano, nel comune di Accumoli (RI).
Percorso molto bello anche da percorrere in mountain-bike, permette di godere delle spettacolari vedute sulla vallata del Chiarino, l’affluente del Tronto che nasce sulla Macera della Morte e segna oggi il confine tra Marche e Lazio. Anticamente detto confine era segnato da muretti a secco, ancora oggi ben visibili lungo il sentiero stesso.

Distanza: 2,7 km

Dislivello: 344 m

Quota minima: 735 m

Quota massima: 1082 m

traccia GPS